In generale ci sono due tipi di combattimenti tra cani: combattimenti tra cani illegali e combattimenti tra cani per un osso preferito o qualcuno in un ciclo di calore. Ma fermare un combattimento aereo in entrambi i casi può essere pericoloso con la persona coinvolta che si ferisce gravemente o muore mentre tenta di interrompere il combattimento, a seconda della sua gravità e della razza dei cani coinvolti. Questo articolo si concentrerà sui combattimenti aerei in generale offrendo cinque suggerimenti su come fermare un combattimento aereo senza farsi male.

Suggerimento n. 1

Se il combattimento aereo è tra due cani di taglia medio-piccola, chiedi ai proprietari o a due individui di afferrare i cani per le zampe posteriori e separarli rapidamente con un movimento circolare o arricciato.

Una volta che i cani sono stati rapidamente separati completamente, tieni le zampe posteriori a tutti i costi o attaccheranno di nuovo l’altro cane o te. Ogni persona dovrebbe trascinare il proprio cane in stanze separate o nel proprio cortile recintato mentre i cani vengono circondati contemporaneamente. La velocità è essenziale.

Suggerimento n. 2

Se sei solo, mantieni la calma e afferra rapidamente un guinzaglio o qualcosa di simile per separare i due cani.

Prendi rapidamente un guinzaglio e avvolgilo attorno a una delle zone del lombo del cane (intorno alla parte bassa della schiena sopra l’area della zampa posteriore). Afferra l’altro cane per le zampe posteriori e tiralo verso l’alto. I cani tenteranno ancora di attaccarsi l’un l’altro, quindi sposta rapidamente i cani al guinzaglio e tenuti in un punto in cui il guinzaglio può essere attaccato, consentendo al cane in mano di essere spostato in una posizione separata.

Suggerimento n. 3

Molti addestratori consigliano di non usare mai una pistola stordente, uno spray al pepe o un pungolo per il bestiame per interrompere un combattimento tra cani. Altri suggeriscono di usare una bottiglia d’acqua piena di aceto in quanto distoglierà momentaneamente i cani da combattimento, almeno abbastanza a lungo da separarli.

Quello che accadrà è che nel momento in cui il cane sente il pungolo del bestiame, lo spray al peperoncino o la pistola stordente, presumerà immediatamente che il colpevole sia l’altro cane, intensificando l’attacco.

Suggerimento n. 4

“Un cane può mordere solo una persona alla volta” – questa può essere un’affermazione vera ma di sicuro non mi fa sentire meglio – e tu? Un morso di cane può essere evitato tenendo sempre mani e gambe lontane dalla testa e dai denti dei cani da combattimento.

Quando i cani litigano, l’ultima cosa a cui pensano è che la scorsa settimana hanno imparato a “sedersi” e “restare” mentre nel frattempo mordevano la gamba o la mano del loro padrone. Il piccolo Fido non è il dolce cagnolino che era la scorsa settimana… al momento, comunque. Sta difendendo se stesso, il suo giocattolo preferito o la sua proprietà — ironia della sorte, che potrebbe essere la mano che ha appena morso.

Suggerimento n. 5

Usa un bastoncino per pitbull o attacchi di cani aggressivi e feroci, poiché sarà impossibile ottenere un controllo rapido senza uno. Sollevare le zampe posteriori di pitbull o razze simili per interrompere i loro combattimenti non funzionerà poiché i loro morsi sono fatti per strappare e strappare.

Le mascelle del pitbull e di molte altre razze di cani aggressivi utilizzano il meccanismo “lock and hold”. Ciò rende ancora peggiore il controllo della separazione per i combattimenti tra cani, poiché il danno all’altro cane comporta la lacerazione di muscoli e pelle.

L’unico modo per interrompere questo tipo di combattimento è aprire le mascelle con un’asta di rottura (necessaria nelle famiglie con più cani) mentre qualcun altro sta tenendo i cani al guinzaglio per il controllo. Questo può essere pericoloso poiché tutti i cani da combattimento reindirizzeranno la loro rabbia e attaccheranno quando vengono separati poiché sono ancora in modalità di attacco. Sapere come fermare un combattimento tra cani implica molte cose, ma le razze dovrebbero sempre essere considerate per prime.