Filosofia del “capobranco” (teoria del dominio)

L’American Veterinary Society of Animal Behavior (AVSAB) ha rilasciato un’importante presa di posizione sulla teoria del dominio. Per abbreviare la loro posizione, l’addestramento al dominio presuppone che gli animali agiscano perché desiderano uno status elevato o una posizione più elevata nel branco. Questo spesso porta gli addestratori a credere che la forza debba essere usata per riportare il cane in riga ed eliminare i suoi comportamenti di ricerca dello status.

Le persone che utilizzano la Teoria del Dominio per addestrare i propri animali domestici possono regolarmente minacciarli con esibizioni aggressive o forza fisica come un Alpha Roll (facendo rotolare il cane sulla schiena e tenendolo fermo). Gli animali che sono soggetti a ripetute minacce o forza potrebbero non offrire il comportamenti desiderati e sottomessi. Spesso reagiscono invece con aggressività. Questo non è perché stanno cercando di dominare l’umano, ma perché l’umano che li sta minacciando li rende timorosi e impauriti.

Come fai a sapere se hai a che fare con un addestratore di cani che usa la teoria del dominio? In genere, gli addestratori che usano la Teoria del Dominio usano slogan come: “Sii il capobranco”, “Mostra al cane chi è il capo” e “Domina il cane per rispetto”. “Poiché l’uso della punizione può esacerbare i comportamenti problematici aumentando la paura e l’ansia di un animale, l’AVSAB raccomanda ai veterinari di non indirizzare i clienti a formatori o consulenti comportamentali che istruiscono e sostengono la teoria del dominio”. Per ottenere maggiori informazioni sulla Teoria del Dominio o per leggere la Dichiarazione di Posizione formale sulla Teoria del Dominio, visitare il loro sito web. L’indirizzo è elencato alla fine di questo articolo.

Rinforzo positivo:

La teoria del rinforzo positivo è una teoria dell’allenamento basata sulla ricompensa. L’AVSAB sostiene questa teoria perché motiva il cane a eseguire o modificare comportamenti rispetto alle tecniche che si concentrano sulla paura, sul dolore o sulla punizione. In poche parole, il cane offre comportamenti desiderabili perché gli accade qualcosa di buono (la tua lode o attenzione, dolcetti, ecc.) quando lo fanno. I cani ripetono naturalmente comportamenti che trovano gratificanti e in genere si autoestinguono comportamenti che non sono gratificanti.

Sei ancora il capo del cane? SÌ! Ma un vero leader non domina per ottenere rispetto; è seguita PERCHÉ è rispettata e ammirata. Ogni cane ha bisogno di guida e confini. In qualità di suo leader, fornisci indicazioni chiare al cane, in un linguaggio che LUI comprende. Una volta che il tuo cane ha capito cosa ci si aspetta da lui, offrirà i comportamenti desiderati perché vuole farti piacere… non perché ha paura di te.

Selezione di un addestratore di cani

La scelta di un addestratore di cani può essere una delle decisioni più importanti che tu possa mai prendere per il tuo animale domestico. Le tecniche utilizzate da un addestratore possono influenzare fortemente il modo in cui interagisci con il tuo cane e la successiva relazione per gli anni a venire. L’addestramento dovrebbe essere un’esperienza divertente e gratificante sia per te che per il tuo cane.

Molti allenatori affermano di essere allenatori di rinforzo positivo quando in realtà non lo sono. Alcuni allenatori usano una combinazione di Teoria del Dominio (Capobranco) e Teoria del Rinforzo Positivo. Possono riferirsi a se stessi come allenatori “equilibrati”. È importante notare che questa non è una teoria dell’allenamento riconosciuta.

Quando intervisti un potenziale formatore, poni domande approfondite che richiedono una risposta dettagliata. Ad esempio, se dici a un addestratore che il tuo cane ti sta trascinando per strada o ringhiando contro di te quando è sul tuo letto, chiedigli quali metodi userebbero per correggere il problema e ascolta attentamente la sua risposta. Poni domande se non capisci la risposta del formatore. L’AVSAB ti avverte di “evitare qualsiasi allenatore che sostiene metodi di forza fisica e punizione”.

Ulteriori domande che potresti porre includono: come motiverai il mio cane a insegnargli qualcosa di nuovo? Come motiverai il mio cane a cambiare un comportamento problematico? Quali strumenti consigli e usi per impedire ai cani di saltare o tirare il guinzaglio? Quali strumenti usi e consigli per trattare comportamenti aggressivi come ringhiare o mordere? Come correggerai o punirai il mio cane se ne ha bisogno?

Istruzione e certificazione

La maggior parte delle persone non si rende conto che non ci sono requisiti normativi o licenze per addestratori di cani. Chiunque può appendere una tegola che sono un addestratore di cani. Compratore stai attento! Un danno significativo può essere causato al tuo animale domestico se viene diagnosticato erroneamente o addestrato in modo improprio.

Sebbene siano disponibili numerose “certificazioni” per addestratori di cani, queste “certificano” solo che un individuo ha partecipato a un programma. Non “certificano” o convalidano capacità, abilità, esperienza o istruzione.

Esiste un solo organismo accreditato a livello nazionale che certifica l’istruzione, l’abilità e l’esperienza, il Consiglio di certificazione per addestratori di cani professionisti (CPDT). Per ottenere questa certificazione, formatori deve già avere la formazione richiesta, le competenze e 300 ore di esperienza formativa documentata. Inoltre, un veterinario deve sponsorizzarli. I candidati devono superare un esame scritto indipendente, rilasciato dal CPDT, basato sulla conoscenza e un esame pratico di formazione.

Trova un istruttore CPDT certificato

Gli individui sono certificati, non le aziende. Per individuare un istruttore CPDT certificato, ottieni il nome e il cognome dei tuoi istruttori e la città in cui risiedono. Quindi vai su: http://www.ccpdt.org e verifica se sono nell’elenco.

Non correre rischi con l’educazione del tuo animale domestico, assumi un addestratore CPDT!

Risorse per ulteriori informazioni

http://www.avsabonline.org

© Zampe in formazione, 2010